• slider-img1

24/09/2012

Portimao SBK: Domenica amara.

Marco Melandri non si è fatto nulla di grave e questo è il fatto più importante e positivo del giornata. Certo, a causa di questa caduta rimediata all'inizio di gara 1 deve probabilmente dare l'addio ai sogni di vittoria mondiale (-38,5 punti dalla vetta con due gare ancora da disputare) ma la sua stagione è stata sicuramente positiva. Marco partiva dalla quarta casella in prima fila  insieme a Carlos Checa secondo tempo; partito bene, alla curva  13 del primo giro, per rispondere ad un sorpasso del rivale Biaggi, purtroppo si toccava con lo stesso e cadeva colpito poi dalla moto di un concorrente che lo seguiva. Dolorante alla schiena e trasportato in ospedale per accertamenti, gli esami hanno mostrato una contusione renale senza però conseguenze se non sul morale. Forza Marco, siamo tutti con te.
La gara veniva poi interrotta per la caduta di un altro concorrente a causa di olio in pista. La seconda parte della gara ci ha fatto vedere un arrembante Checa che ci ha provato sino all'ultimo senza però riuscire a superare Sikes guadagnando però un ottimo secondo posto. Nono, decimo e undicesimo rispettivamente Badovini, Fabrizio e Camier. Da sottolineare in gara due il quinto posto di Carlos Checa il sesto di Badovini e l'ottavo di Fabrizio. Peccato per il ritiro di Camier all'ultimo giro mentre lottava per il podio.
La classifica vede Melandri al terzo posto e Checa al quarto. L'ultima gara sarà a Magny Cours il 7 Ottobre.

Ecco le dichiarazioni dei piloti (fonte bikeacing.it)

MARCO MELANDRI - Nolan X-802
"Quando Max Biaggi mi ha superato ho mantenuto la mia traiettoria e non l’ho proprio visto: ho soltanto sentito il rumore di qualcuno che ha toccato l’anteriore della mia moto, sono caduto e lì sono stato colpito alla schiena. Ero molto preoccupato perchè mi sono sentito molto, molto male. Per fortuna gli esami hanno escluso complicazioni ed è tutto OK. Ora grazie agli antidolorifici mi sento un pò meglio, ma non proprio benissimo…”
In serata il vice-campione del mondo ha poi postato su Twitter (@MarcoMelandri33) : "Ho pensato mille volte a quella curva. Nemmeno ora avrei saputo cosa fare per non andare giù, a Max proprio non lo vedevo. Ho avuto paura per le vertebre e per gli organi interni dopo una moto nella schiena.. Ora sembra tutto bene ma tanto male. Al centro medico mentre mi sistemavano un po ho tirato un bel cappottone di pressione. Grazie a tutti quelli vicino e al team e grazie alla mia Manuela Raffaetà sempre vicina a me!"

CARLOS CHECA - X-lite X-802
"La seconda posizione è molto positiva, considerando la pioggia ed il fatto che la gara è stata fermata. E’ stata difficile perche Tom si è difeso molto bene nell’ultima fase e quindi provare a sorpassarlo sarebbe stato molto rischioso. Ho dovuto gestire bene le gomme perché l’asfalto continuava ad asciugarsi. Alla fine ho provato a migliorare il mio passo, e forse ero leggermente più forte di Tom, ma non c’era spazio per passarlo. Comunque siamo molto contenti, ringrazio tutto il mio team per il grande lavoro che hanno fatto in questo weekend; questo è un grande risultato. Nella seconda manche ero lì con il gruppo davanti ma poi ho avuto un problema e la moto non andava. Ho dovuto disattivare il traction control; poi l’ho riattivato, forse si è resettato e poi ha ripreso a funzionare correttamente. Ho fatto un bel recupero, facendo molti sorpassi – non era facile con la moto, facevo più fatica rispetto a come ero andato durante le prove. Considerando tutto quello che è successo, il quinto posto è stato un buon piazzamento. Pensiamo alla prossima gara, dove voglio concludere questa stagione nel miglior modo possibile".

  • logo1
  • logo2
  • logo3
  • logo4